I Percorsi dell’Aquila

BASILICA DI SANTA MARIA DI COLLEMAGGIO

E’ il cuore religioso della città. Il luogo dove, nel 1294, Pietro Angelerio da Morrone fu incoronato Papa con il nome di Celestino V. Fu proprio lui a donare alla città e al mondo l‘indulgenza plenaria con l‘emanazione della Bolla del Perdono. La tradizionale Festa della Perdonanza si tiene ogni anno l’ultima settimana di Agosto. All’interno della Basilica in una grande teca sono custodite le spoglie del Santo con il volto in argento.

 

FONTANA DELLE 99 CANNELLE

Situata nel Borgo Rivera è un leggendario esempio di architettura cittadina. Risale al 1272 ed è opera di Tancredi Da Pentima. La leggenda narra che i mascheroni e le cannelle rappresentano i 99 castellani che contribuirono alla fondazione della Città. Fanno da completamento al suggestivo Borgo, l’omonima Porta Rivera e la Chiesa di San Vito che si affaccia sulla fontana con il suo stile romanico e le sue due meridiane.

 

PIAZZA DUOMO

Luogo dedicato fin dai tempi antichi al mercato cittadino. E’ il luogo di incontro sociale e culturale dei cittadini aquilani. E’ anche il luogo dedicato ai principali eventi della città. Al centro si trovano le meravigliose fontane gemelle di Nicola D’Antino. Sulla Piazza si affacciano la Cattedrale dedicata ai SS. Massimo e Giorgio e la Chiesa di Santa Maria del Suffragio.

 

BASILICA DI SAN BERNARDINO

Dedicata a San Bernardino da Siena, la Basilica s’innalza al culmine di una monumentale scalinata fiancheggiata da Edicole in onore delle più importanti famiglie aquilane che contribuirono alla sua realizzazione. Fu costruita tra il 1454 e il 1472. L’interno è in stile barocco mentre la facciata è uno dei più grandi esempi di architettura rinascimentale in Abruzzo. Le spoglie del Santo sono custodite nella basilica all‘interno di un mausoleo realizzato da Silvestro dell‘Aquila.

 

FORTE SPAGNOLO O CASTELLO CINQUECENTSCO

Magnifico esempio di architettura militare. Simbolo della pesante dominazione spagnola pagata a caro prezzo dai cittadini aquilani. La struttura è composta da un ampio corpo quadrato con quattro bastioni agli angoli. E’ circondata da un enorme fossato e vi si accede tramite un ponte in pietra. La realizzazione della fortezza iniziò nel 1534 e terminò nel 1567 su progetto di Pedro Luis Escrivà.  Non fu mai utilizzata per scopi militari.

 

PIAZZA BATTAGLIONE ALPINI O FONTANA LUMINOSA

All’estremità del Corso che attraversa tutta la città dell’Aquila, al centro di Piazza Battaglione Alpini, la Fontana Luminosa spicca in tutta la sua maestosità . Illuminata di sera, ghiacciata in inverno è un’opera di straordinaria bellezza.

Fu realizzata nel 1934 dallo scultore Nicola D’antino. E’ composta da una vasca in marmo che fa da base a due statue femminili in bronzo che sorreggono la leggendaria “conca abruzzese”.

 

 

Start typing and press Enter to search